#IAD2018 il 9 giugno è la Giornata internazionale degli archivi!

Come ogni anno dal 2008, il 9 giugno si celebra la giornata internazionale degli archivi, un’iniziativa promossa dall’International Council on Archives (ICA) per porre l’attenzione dell’opinione pubblica, dei cittadini e delle istituzioni di tutto il mondo sugli archivi e il lavoro degli archivisti e per ricordare l’istituzione dell’ICA il 9 giugno del 1948.

Da Parigi, gli archivi del maggio '68 in mostra

A cinquant’anni dagli eventi del Maggio francese, a Parigi, tre mostre cercano di ricomporre la memoria di quei mesi di mobilitazione e di convergenza fra le lotte e le rivendicazioni di studenti e lavoratori, con punti di vista diversi fra loro, ma complementari.

Sinai Palimpsests Project (SPP): riascoltare settemila voci antiche

La biblioteca del monastero di Santa Caterina sul Monte Sinai conserva una delle più grandi collezioni di manoscritti al mondo, con più di 4.500 unità. Molti di questi manoscritti sono stati trascritti nelle diverse lingue dell'Oriente cristiano, in modo particolare greco, siriaco, georgiano, armeno e arabo.

The Archive of the commons, il Museo Reina Sofia di Madrid

Il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía è una delle tre principali istituzioni museali della capitale spagnola, insieme al Museo del Prado e Museo Thyssen-Bornemisza, e nell’ultimo decennio ha impostato una profonda riflessione, con precisi esiti nella politica culturale dell’istituto, sul rapporto tra arte, museo, documento e archivio.

Contemporaneità alla British Library

La British Library, biblioteca nazionale del Regno Unito con sede principale nel cuore di Londra, oltre ad ospitare una ricchissima e preziosissima collezione di monografie, periodici e riviste, custodisce pregevoli fondi archivistici, parte dei quali sono archivi personali, di aziende o di organizzazioni non governative datati post 1950.

Archivi letterari alla Bibliothèque Nationale de France

La Bibliothèque Nationale de France, che si divide fra il sito principale, intitolato a «François Mittérand» e quelli di Richelieu e dell'Arsenal, oltre alle ricchissime collezioni di manoscritti dell'Antichità e del Medioevo, conta fra le sue collezioni un numero rilevante di materiali di autori della tradizione letteraria nazionale moderna e contemporanea.

Un progetto

 flipboard icon

Login Form

Registrati e accedi per dialogare con "Il mondo degli archivi"


Per registrarsi e autenticarsi è necessario accettare i cookies.