ilCartastorie vince il premio UE per il patrimonio culturale

Valorizzare e rendere vivo un archivio storico bancario: è questa, innanzitutto, la sfida vinta da ilCartastorie, Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli, che si è aggiudicato il massimo riconoscimento europeo del settore, il Premio dell’Unione Europea per il patrimonio culturale / Europa Nostra Awards 2017 con il progetto ilCartastorie: gli archivi si raccontano.
Si tratta di un progetto che nasce specificamente per valorizzare l’enorme patrimonio di storie e di personaggi raccontato dalle dettagliatissime causali di pagamento conservate negli archivi degli antichi banchi pubblici napoletani, custoditi oggi dalla Fondazione Banco di Napoli, che costituiscono, nel loro insieme, il più grande archivio storico bancario del mondo.
Circa ottanta chilometri di scaffali contengono diciassette milioni di nomi, centinaia di migliaia di pagamenti e dettagliate causali che ricostruiscono un affresco vivo di Napoli e di tutto il Mezzogiorno, dalla metà del Cinquecento sino ai giorni nostri. Un tesoro di memorie lungo 450 anni aperto al pubblico di turisti e visitatori da aprile 2016. Un tesoro di memorie che ilCartastorie racconta al proprio pubblico utilizzando ogni canale di divulgazione disponibile: dalla multimedialità del percorso permanente Kaleidos (di Stefano Gargiulo Kaos Produzioni) alla scrittura creativa, dagli spettacoli teatrali alla poesia, dagli eventi a tema storico alle residenze d’artista, dalle visite tematiche ai laboratori per i più piccoli. Comunicare gli archivi a tutti, si può insomma. Anche se si tratta di un argomento a prima vista difficile quanto quello economico-finanziario che costituisce la materia prima di questo specialissimo archivio.

Tra le motivazioni che hanno fatto rientrare il museo tra i vincitori degli Europa Nostra Awards 2017 c’è infatti la considerazione che «si tratta di un’iniziativa facilmente replicabile in qualsiasi archivio d’Europa e rappresenta un modo creativo e vivace di coinvolgere l’intera comunità nella fruizione di questa tipologia di patrimonio culturale; peraltro, questo approccio stimola pubblico e visitatori a proteggere e valorizzare la memoria».
Un mondo di carta, che già di per sé affascina lo sguardo di chiunque vi entri, aggiunge significato allo stupore con tante iniziative che all’insegnamento storico abbinano arte e intrattenimento. Così ilCartastorie è rientrato tra i 29 vincitori delle quattro categorie (“conservazione”, “ricerca”, “servizio attivo” e “didattica, formazione e sensibilizzazione”), selezionato, tra 202 domande, dalla giuria di Europa Nostra e della Commissione Europea.
È rilevante che un museo italiano sia stato premiato, insieme ad altri nove, per la categoria “didattica, formazione e sensibilizzazione”, in quanto il nostro Paese, nel corso dei quindici anni di vita del premio, ha ricevuto moltissimi riconoscimenti per i settori “conservazione” e “ricerca”, ambiti in cui storicamente è molto forte, e solo tre – prima di quello a ilCartastorie – per il settore della divulgazione. È pertanto motivo di rafforzato orgoglio per l’Italia aver ricevuto un riconoscimento in un ambito – la valorizzazione – e in un settore del patrimonio culturale – quello archivistico e documentale – troppo spesso non in cima alle attenzioni del sistema culturale del nostro Paese.
ilCartastorie è ora in lizza per i Gran Prix che saranno resi noti durante la cerimonia di premiazione che si svolgerà il 15 maggio, a Turku, in Finlandia, quando verrà assegnato anche il Premio della Giuria Pubblica (chiunque può votare all’indirizzo vote.europanostra.org); tra tutti coloro che esprimeranno la propria preferenza un fortunato vincerà un viaggio in Finlandia per due persone. Un ulteriore motivo per tutti voi, appassionati del mondo degli archivi, per votare ilCartastorie e portare quest’eccellenza italiana in Europa.

Per saperne di più
www.ilcartastorie.it

Per commentare effettua il login
  • Nessun commento trovato

Un progetto

 

Login Form

Registrati e accedi per dialogare con "Il mondo degli archivi"


Per registrarsi e autenticarsi è necessario accettare i cookies.