A 80 anni dalle leggi razziali, quattro mostre a Torino #giornodellamemoria2019

Il 2018 appena concluso è stato l’occasione per affrontare una delle più tragiche pagine della nostra storia: ottant’anni sono passati dall’emanazione delle leggi razziali antiebraiche del 1938. Molte iniziative sono state organizzate in tutta Italia ma quattro mostre a Torino ci permettono di affrontare passato e presente di quella memoria con una particolare attenzione alla dimensione documentaria.

Da grandi... archivi derivano grandi responsabilità. Le carte di Stan Lee all'American Heritage Center

In una struttura dall’aspetto misterioso, a metà strada tra un tepee e una navicella spaziale, nella città di Laramie, incastonata tra le Montagne Rocciose del Wyoming meridionale, si trova l’American Heritage Center, divenuto molto famoso negli ultimi giorni poiché lì è conservato l’archivio di Stanley Martin Lieber… meglio conosciuto come Stan Lee.

Storie di migrazioni all'Archivio di Stato di Torino. Entire Life in a Package/Sentieri di carta per migranti

Se è vero che la storia è maestra di vita, lo è non di meno la constatazione che oggigiorno il monito a imparare dal passato per non ripetere gli stessi errori già commessi è per lo più un esercizio di retorica. Ma a volte questo esercizio è, per fortuna, impossibile.

Archivi e democrazia, gli archivisti e lo scandalo dei documenti falsificati in Giappone

Dopo lo scandalo dei documenti falsificati nel ministero delle finanze del governo giapponese, il direttore degli Archivi Nazionali del Giappone, Takeo Kato, è intervenuto sulla vicenda per rimarcare il ruolo cruciale degli archivi e degli archivisti in una società democratica.

Gli archivi dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati

I fenomeni migratori, incluse le migrazioni forzate di chi è costretto a fuggire dal proprio Paese a causa di guerre, violenze e persecuzioni, sono oggi al centro della cronaca e del dibattito politico e istituzionale italiano e internazionale.

Down to the Mississippi not so long ago. Gli archivi e la restorative justice negli USA

Il 12 luglio 2018 il Department of Justice degli USA ha riaperto le indagini sul caso Emmett Till, un quattordicenne afroamericano torturato e brutalmente ucciso nel 1955, rimasto senza giustizia. In questo come in molti altri casi la documentazione archivistica ha svolto un ruolo cruciale nella prospettiva della restorative justice.

Un progetto

 flipboard icon

Login Form

Registrati e accedi per dialogare con "Il mondo degli archivi"


Per registrarsi e autenticarsi è necessario accettare i cookies.