Inaugurato l'Archivio Fo - Rame

Il 23 marzo 2016, alla presenza del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, si è svolta la cerimonia di inaugurazione dello spazio all’interno dell’Archivio di Stato di Verona dedicato alla custodia e valorizzazione dell’archivio prodotto in oltre sessanta anni di attività da Dario Fo e Franca Rame ed è stata stipulata la convenzione di deposito del materiale documentario, firmata da Dario e Jacopo Fo, proprietari dell’archivio, e dal direttore dell’Archivio di Stato di Verona.

L’archivio Fo Rame, dichiarato di interesse storico il 23 dicembre 2015, è costituito da oltre 1000 buste e 100 scatoloni con documenti dal 1912 al 2015 e altri dal sec. XVIII e comprende tutte le versioni dei copioni teatrali scritti dalla coppia, ciascuna annotata da entrambi con le proposte di cambiamento, i riferimenti storici e le fonti letterarie, i bozzetti disegnati da Dario Fo per le scenografie, i quadri elaborati a partire da bozzetti e scenografie, i costumi e i pupazzi da utilizzarsi negli allestimenti, oggetti, manifesti, locandine e fotografie di scena. Comprende inoltre tutta la documentazione amministrativa della Compagnia teatrale Fo Rame, inclusi i curricula degli attori, e la documentazione dell’attività sociale (i comitati per i disabili) e politica di Dario Fo e Franca Rame, da Soccorso Rosso al periodo trascorso da Franca Rame al Senato della Repubblica. Comprende infine la documentazione della compagnia teatrale della famiglia Rame, alla quale appartennero attori, autori, marionettisti e burattinai a partire dal sec. XVIII.

Negli anni passati Franca Rame aveva creato un laboratorio dedicato alla valorizzazione del patrimonio archivistico che per l’assenza di spazi fisici adeguati aveva dedicato la propria attività alla creazione di un sito web e alla digitalizzazione del materiale. L'Archivio digitale Franca Rame e Dario Fo (continuamente arricchito e consultabile al link www.archivio.francarame.it), finanziato da loro e ideato e realizzato da Franca Rame che lo ha reso disponibile on line dal 1995, presenta una descrizione dettagliata ma parziale della documentazione, di cui fornisce migliaia di immagini e circa 600 ore di audio-video, in continuo incremento.

Adesso la disponibilità dello spazio negli antichi magazzini del grano di Verona, da poco restaurati dalla Fondazione Cariverona per ospitare l’Archivio di Stato, consentirà l’esposizione dei materiali e l’attività di un laboratorio per promuovere iniziative e appuntamenti di rilevanza culturale e sociale anche con il mondo universitario e scolastico in generale.

 

Per commentare effettua il login
  • Nessun commento trovato
Powered by Komento