Living Archives: studiare gli archivi come risorsa sociale

Living Archives è il blog di un progetto di ricerca dell'Università di Malmö e del Consiglio della Ricerca Svedese che si pone l'obiettivo di rafforzare il ruolo degli archivi promuovendo l'uso attivo della memoria storica, l'accesso agli open data e la progettazione partecipata orientata a fare sì che gli archivi siano percepiti come risorse sociali di progresso civile, oltre che di crescita culturale..

Il progetto Living Archive nasce nel 2012 (si concluderà nel 2017) come ricerca del dipartimendo MEDEA (Collaborative Media, Design, and Public Engagement) dell'Università di Malmö sullo sviluppo del valore sociale degli archivi in modo da renderli una risorsa centrale della vita democratica e divenendo strumento di comunicazione fra età, classi, culture di differente origine e convinzioni politiche.

Successivamente è stato finanziato con 18 milioni di corone (circa 2 milioni di euro) dal Consiglio della Ricerca Svedese e si è concentrato sull'utilizzo delle nuove teconologie informatiche per rendere l'accesso agli archivi il più ampio, diffuso e democratico possibile.

Nel blog vengono raccolti i singoli progetti realizzati, gli studi effettuati e la documentazione prodotta in seminari e nelle conferenze annuali facendo anche largo utilizzo di contenuti multimediali e di podcast per la diffusione dei risultati dei progetti.

Fra i progetti si possono trovare:

  • Woman 100 – One-Hundred Years of Immigrant Women’s Life and Work in Malmö, che raccoglie le storie riscoperte nella documentazione degli archivi cittadini e le memorie dei cittadini di Malmö della immigrazione femminile nella città svedese e di come essa ha plasmato la storia sociale;
  • Personal Archiving Pratices, che raccoglie i risultati di alcune tesi di dottorato centrate sullo studio di come le nuove teconologie hanno creato nuovi tipologie di archivi personali e modi di archiviazione delle informazioni personali;
  • Performing Archives: Artistic research, archives and augmented reality, che ha affrontato in un seminario le problematiche della volatilità delle informazioni e l'applicazione della realtà aumentata in ambito artistico.

I risultati dei 5 anni del progetto verranno presentati alla fine del 2017, nel frattempo il blog è un interessate fonte di informazioni e raccoglie una vasta gamma di risorse, strumenti e spunti di riflessione.

 

Per commentare effettua il login
  • Nessun commento trovato

Un progetto