Conservare, consultare e navigare: il recupero del precedente sito Icar (2008-2016)

Come fare in modo di conservare e rendere accessibile il precedente sito dell'Icar, all'indomani del profondo recente rinnovamento di architettura, grafica e contenuti? Si è posto il problema di dare vita a un progetto che desse modo di salvaguardare il precedente sito web, in quanto testimonianza storica delle attività svolte negli anni precedenti e delle strategie di comunicazione finalizzate alla valorizzazione di tali attività.

Firmati gli accordi per lo scambio di dati archivistici con la Regione Lombardia e con la Regione Piemonte

L’Istituto centrale per gli archivi ha firmato due accordi, rispettivamente con la Regione Lombardia e con la Regione Piemonte per intensificare i rapporti di collaborazione con le realtà locali e soggetti istituzionali attivi nel mondo degli archivi e nella promozione della conoscenza del patrimonio archivistico attraverso il web. 

Carte da legare. Versione rinnovata del portale tematico del SAN

La consultazione delle cartelle cliniche di 13 ex ospedali psichiatrici rappresenta una delle più importanti novità del sito. In questo modo si rendono pubblici i risultati di un lungo lavoro di schedatura delle cartelle portato avanti per anni dalle Soprintendenze archivistiche territoriali, d'intesa con enti proprietari e gestori degli archivi.

Una piattaforma digitale per gli istituti culturali napoletani: MetaFAD

Nasce una piattaforma per la descrizione integrata del patrimonio digitalizzato di alcuni importanti istituti culturali napoletani.

Gli archivi per la memoria dei migranti

Il grande afflusso di migranti e lo sforzo in atto per accoglierli e aiutarne l’integrazione, da anni questioni di grande rilievo nella società italiana, si affacciano alla ribalta anche nel più limitato palcoscenico degli istituti archivistici statali, come emerge da un’indagine svolta nello scorso aprile 2016 dalla Direzione generale Archivi per conoscere quali tra i propri istituti avessero attuato iniziative volte alla inclusione e integrazione di migranti e rifugiati. 

Il SIAS si rinnova

Il Sistema informativo degli Archivi di Stato (SIAS) descrive, a livelli di approfondimento differenziati, il patrimonio documentario di 94 Archivi di Stato e 29 Sezioni. Da più di un decennio esso costituisce un importante strumento di informazione aggiornata sul patrimonio archivistico della rete degli Archivi di Stato italiani, ma sconta ormai una pronunciata arretratezza tecnologica, che ne condiziona sia la gestione che la fruizione.

Un progetto

 flipboard icon

Login Form

Registrati e accedi per dialogare con "Il mondo degli archivi"


Per registrarsi e autenticarsi è necessario accettare i cookies.