Re-framing home movies

14 dicembre 2017: un open day di proiezioni, dibattiti e approfondimenti all’Unione Culturale Franco Antonicelli, in via Cesare Battisti 4b, Torino.

L’Home Movie Day internazionale 2017 fa da cornice a Re-framing home movies - Per ri-scoprire il cinema di famiglia, una intera giornata di approfondimenti e proiezioni volta a ripercorrere lo sviluppo delle attività dedicate alla salvaguardia e alla valorizzazione del cinema di famiglia in Italia e negli Stati Uniti, con la presentazione al pubblico - insieme all’Associazione Museo Nazionale del Cinema di Torino, alla Cineteca Sarda di Cagliari, a Lab80 di Bergamo e al Center for Home Movies americano - dei risultati di vari progetti in corso.
Una maratona all'insegna della ri-scoperta del cinema di famiglia per ripercorrere assieme, attraverso case studies, progetti nazionali e internazionali, testimonianze di autori, proiezioni di nuove opere e condivisione di buone pratiche in un’ottica di networking, lo sviluppo di alcune delle attività dedicate alla salvaguardia e valorizzazione degli home movies. Ognuno degli interventi sarà seguito da proiezioni di pellicole originali 8mm e Super8 commentate dal vivo da cineamatori e cineamatrici.

Tra gli ospiti, Dwight Swanson, tra i fondatori del Center for Home Movies americano, che arriva in Italia per la prima volta a raccontarci delle numerose attività in corso negli Stati Uniti e a parlarci anche di come hanno ideato e lanciato l'Home Movie Day a livello internazionale, a partire dal 2002, a cui aderiscono oggi oltre 70 Paesi in tutto il mondo. 
Stefano Vitali, direttore dell'ICAR-Istituto Centrale per gli Archivi (Mibact), promotore del progetto di censimento nazionale di realtà archivistiche e associative - disseminate in tutta Italia - che si occupano di salvaguardare questi materiali (audio) visivi.
Alina Marazzi sarà presente per raccontarci della sua lunga esperienza con i film di famiglia, prima regista in Italia a relazionarsi con questi materiali amatoriali, quando ancora non esistevano archivi che si occupavano di raccogliere, conservare e promuovere il riuso di questi film.
Alberto Diana, Sara Fgaier e Giulia Savorani presenteranno invece le tre opere realizzate nell'ambito del progetto Re-framing home movies - Residenze in archivio. Un progetto di formazione e produzione, curato da Karianne Fiorini e Gianmarco Torri con Archivio Superottimisti/Associazione Museo Nazionale del Cinema di Torino, Cineteca Sarda di Cagliari e Archivio Cinescatti/Lab80 di Bergamo, volto alla creazione di nuove opere interamente realizzate a partire da materiali d'archivio amatoriali, attingendo al consistente e straordinario patrimonio di film di famiglia conservato da questi tre archivi.
Letizia Gatti con una selezione di film privati di Shirley Clarke (distribuiti da Reading Bloom per gentile concessione di Milestone Film e del Wisconsin Center for Film and Theater Research), filmmaker indipendente del New American Cinema Group, musicati dal vivo.
Durante la giornata il pubblico potrà anche visitare una piccola wunderkammer del cineamatore, allestimento realizzato dagli archivi partecipanti con attrezzature storiche, riviste, bobine originali.

Il programma

• 10.00 - Saluti istituzionali (Claudio Simone Panella Unione Culturale Antonella Scarpa Presidente AVI)

• 10.30 - Archivio Superottimisti: dieci anni di cinema di famiglia in Piemonte (Claudia Gianetto Cineteca Museo Nazionale del Cinema, Edoardo Fracchia e Francesca PortalupiAss. Documentary in Europe, Giulio Pedretti AMNC)

• 11.30 - Presentazione dei progetti Cinescatti/Lab80 Bergamo (Giulia Castelletti e Sergio Visinoni) e La tua memoria è la nostra storia/Cineteca Sarda - Società Umanitaria Cagliari (Antonello Zanda).

• 12.15 - Presentazione del progetto Re-framing home movies - Residenze in archivio, percorso di formazione e produzione attraverso residenze artistiche per giovani autori (Karianne Fiorini e Gianmarco Torri coordinatori del progetto, Giulia Castelletti e Sergio Visinoni Lab80, Martina Mulas Cineteca Sarda, Giulio Pedretti Associazione Museo Nazionale del Cinema)

• 13.00 - Pausa pranzo

• 14.30 - Per la salvaguardia dei film di famiglia: il progetto di censimento nazionale promosso dall' ICAR - Istituto Centrale per gli Archivi (Stefano Vitali Direttore ICAR , Karianne Fiorini responsabile progetto di censimento)

• 15.30 - Presentazione del Center for Home Movies (USA) e delle numerose attività in corso e del progetto internazionale Home Movie Day (Dwight Swanson co-fondatore Center for Home Movies)

• 16.30 Presentazione di una nuova realtà associativa dedicata alla salvaguardia dei film di famiglia, l'associazione 8mmezzo di Livorno (Michele Lezza, Francesco Pacini)

• 17.30 Il cinema di famiglia nelle produzioni cinematografiche: l’esperienza di Alina Marazzi

• 19.00 Aperitivo

• 21.00 Presentazione delle opere realizzate all’interno del progetto Re-framing home movies – Residenze in archivio, introdotte dagli autori Alberto Diana, Sara Fgaier e Giulia Savorani

• 22.30 Anteprima italiana dei film privati della cineasta Shirley Clarke (distribuiti da Reading Bloom per gentile concessione di Milestone Film e del Wisconsin Center for Film and Theater Research), accompagnati da musiche originali di Roberto Paci Dalò, introdotti da Letizia Gatti

La locandina (pdf, 98 KB)

credits
Re-framing Home Movies è organizzato dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema, Lab80, Cineteca Sarda - Società Umanitaria Cagliari, AVI Associazione Videoteche e Mediateche Italiane, in collaborazione con Karianne Fiorini e Gianmarco Torri.

info e contatti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." target="_blank">tel. 011 0765039
www.residenzeinarchivio.it

Per commentare effettua il login
  • Nessun commento trovato

Un progetto

 flipboard icon